Risultati Estemporanea
Le Giornate Metafisiche 2021

Data e orari: -
Luogo:
Costo:
Altre informazioni

La quinta edizione delle Giornate Metafisiche si è conclusa.

I lavori per la prossima edizione non possono iniziare senza partire da un grande ringraziamento a chi è venuto a trovarci per partecipare all’estemporanea ma anche per vedere, incuriosito, le architetture razionaliste della città.

Prima di calare il sipario, si comunica l’esito dell’estemporanea fotografica e pittorica.

Le foto erano tante: stili, luci e sensibilità diverse hanno immortalato le bellezze architettoniche di Tresigallo; allo stesso modo i pittori hanno interpretato in modo differente e originale le forme del razionalismo.

Per la sezione fotografia, i lavori sono passati sotto gli occhi attenti del fotografo Lorenzo Linthout Capirossi, della fotografa e graphic designer Irene Flaborea e di quelli di Alessandro Castaldini (Torri di Marmo). La commissione ha valutato la pertinenza, l’abilità, l’originalità, la qualità tecnica e il taglio dei lavori.

Per la sezione pittura, la commissione, guidata dalla professoressa di storia dell’arte Donatella Magri e costituita dalle dott.sse Valentina Cavallini (Torri di Marmo) e Anita Arlotti (biblioteca di Tresigallo) ha valutato la pertinenza tematica, l’abilità tecnica e l’originalità interpretativa.

Ricordiamo di seguito il tema dell’estemporanea 2021:

“La città recondita”.

Il significato della parola recondito è “molto appartato, nascosto, celato, segreto, profondo e inaccessibile”. Tante città oggi nel mondo versano in questa condizione: appartate rispetto alle grandi vie di comunicazione, sorgono dimenticate dagli uomini. A volte sono in totale stato di abbandono come Bodie in California, altre stanno morendo come Civita di Bagnoregio, in altre ancora vi si trovano piccole comunità che lottano per farle sopravvivere come Arcosanti in Arizona.

Recondite si può scrivere anche come composto di un prefisso e di un participio passato: re-condite, dal latino condĭtus, riferito al verbo condo “fondare”. Città ri-fondate, quindi, come Pienza e Tresigallo. Le città nascoste ed inaccessibili nascondono particolari e suggestioni talvolta invisibili.

Per la sezione fotografia:

La prima opera selezionata è stata quella di Bruno Damiani

 

La seconda opera selezionata è stata quella di Fabio Capelli

 

Per la sezione pittura:

La prima opera selezionata è stata quella di Walter Maistrello

 

La seconda opera selezionata è stata quella di Fabio Latino

I rispettivi autori delle opere selezionate verranno contattati privatamente per l’assegnazione del contributo previsto.

Per rimanere aggiornato sui prossimi concorsi, eventi speciali o visite può seguirci sulla nostra pagina Facebook o iscriversi alla newsletter di questo sito internet.


Molte fotografie partecipanti al concorso, saranno postate sulla pagina Facebook ufficiale di Tresigallo – La Città Metafisica, segnalando il nome dell’artista.

I materiali raccolti durante l’estemporanea verranno esposti in occasione di una speciale mostra che sarà organizzata presso gli spazi di Tresigallo; per rimanere aggiornati sulla data dell’esposizione consigliamo di registrarsi alla nostra newsletter.

Un ringraziamento speciale a tutti i fotografi che hanno voluto donare parte del loro materiale fotografico, non candidato all’estemporanea, all’archivio di Tresigallo.

Ci vediamo l’anno prossimo!